Il 5G in Italia adottato per ora da Vodafone e Tim viaggia ad una velocità molto bassa. Il motivo sono le antenne installate che non possono superare la potenza dei 6 volt per metro.

Il gestore quando ha bisogno di installare un’antenna 5G, oggi deve chiedere dei permessi che vengono concessi dopo circa 90 giorni, tempo richiesto anche all’Arpa, Agenzia regionale per la protezione ambientale, di effettuare una serie di misurazioni dell’inquinamento elettromagnetico nel sito dove si vuole installare l’antenna. Nel nostro paese non si può andare oltre i 6 volt per metro, a fronte di una media europea che è fra i 41 e i 58 V/m e un limite negli Stati Uniti fissato a 61 V/m.

Dovendo rispettare determinati limiti di emissioni elettromagnetiche il prodotto 5G risulta quindi poco veloce, poiché le antenne sono sottosfruttate e inoltre occorre installare molte più antenne per coprire il territorio.

Il 5G offerto da Tim

Nonostante i problemi di non facile risoluzione descritti sopra, il gestore di Telecom Italia Mobile promette una trasformazione importante nella rete fissa e mobile con prestazioni 10 volte superiori a quelle attuali: maggiore velocità di download (almeno 10 volte superiore al 4G), minor latenza (10 volte inferiore al 4G), maggiore densità di dispositivi gestiti (fino a 10 volte), uso significativo dell’Internet of Things per connettere simultaneamente fino a 1 milione di device e sensori per Km quadrato. Nei prossimi giorni saranno attivate le reti 5g di città come Milano, Bologna, Firenze, Matera e diverse località turistiche e distretti industriali.

Quanto costa?

Tim offre almeno un paio di offerte commerciali: la Tim Advance 5G (29,99 euro al mese con 50 GB fino a 2 Gbps, minuti ed sms illimitati, smartphone da 3 euro al mese) e la Tim Advance 5G Top (49,99 euro al mese con 100 GB e smartphone gratis). Per gli altri che volessero attivare la navigazione 5G in aggiunta al proprio piano tradizionale serviranno 9,99 euro in più. Per la clientela business, infine, l’operatore propone Senza Limiti 5G che costa 60 euro al mese e include 100 Giga, mail e chat illimitate.

Vodafone

Vodafone permette di attivare la rete 5G su qualsiasi offerta già attiva con un costo aggiuntivo di 5 euro al mese. Per quanto riguarda quelle attivabili con 5G incluso si parte da Shake It Easy con chiamate e SMS illimitati e 60 GB di dati 5G per 14,99 euro al mese. C’è solo una limitazione: bisogna avere meno di 30 anni per poterla attivare. Il 5G è attivo anche sulle offerte Unlimited Smart, Ultra e Black: minuti e SMS illimitati per tutte più, rispettivamente, 20 GB, 30 GB e internet illimitato. Smart ha un costo di 24,99 euro al mese, Ultra di 34,99 euro al mese e Black di 59,99 euro al mese.

Connettività a bordo auto: no al wi-fi

Non passa la proposta dell’esecutivo europeo di adottare la tecnologia wi-fi in qualità di standard per la connettività a bordo auto. In occasione del recente consiglio Ue, 21 paesi tra cui Italia, Francia e Germania hanno espresso il loro voto negativo. In vista dell’arrivo del 5G produttori di automobili, Telco, device e di strumenti di bordo si sono spaccati in più fronti generando lobby a difesa delle proprie istanze. Pro wi-fi ci sono Renault, Toyota, NXP, Autotalks e Kapsch TrafficCom, mentre a favore del 5G Daimler, Ford, Gruppo PSA, Deutsche Telekom, Ericsson, Huawei Intel, Qualcomm e Samsung.

Di redazioneSparklingRocks