L’innovazione è la dimensione applicativa di un’invenzione o di una scoperta. L’innovazione riguarda un processo o un prodotto che garantisce risultati o benefici maggiori apportando quindi un progresso sociale.

Per la PA e la classe politica l’innovazione percorre la strada delle tecnologie più avanzate, la banda larga, il 5G, l’internet delle cose. Tutte queste sono soluzioni che possono rendere e migliorare la vita di tutti, renderla più smart, sicuramente, ma è sbagliato probabilmente credere che l’innovazione sia solo una manciata di applicazioni.

Tra qualche anno, il tasso di innovazione dell’economia italiana non dipenderà da tutte le possibili cose tecnologiche che saremo riusciti ad implementare: ma dal fatto che essa sia o meno un’economia dinamica nella quale le nuove idee riescono a trovare chi è disponibile a realizzarle e sottoporle alla prova del mercato.

Il rischio sempre più evidente è che con la crisi emerga un capitalismo più ingessato di prima, dove risulta difficile mettere in discussione gli assetti proprietari.

Occorre puntare sul desiderio individuale di scalare la montagna e non sull’ansia di dover conservare le quote di chi è già arrivato in cima.

Dall’Ue all’Italia

“Le politiche di bilancio devono continuare a sostenere la ripresa in tutto il 2021”, e “alla luce dell’incertezza” Il Patto resta sospeso anche l’anno prossimo. “Quando le condizioni economiche lo consentiranno, sarà tempo di perseguire politiche mirate ad ottenere posizioni di bilancio prudenti nel medio termine”: lo scrivono il vicepresidente Valdis Dombrovskis e il commissario Paolo Gentiloni in una lettera all’Italia.

La legge di bilancio 2021, scrivono ancora, “deve tenere il più possibile in considerazione l’attuazione delle riforme e degli investimenti previsti” dal Recovery fund, e a novembre, in sede di valutazione delle leggi di stabilità, “la Commissione presterà particolare attenzione alla qualità delle misure di bilancio prese e pianificate, per attutire l’impatto della crisi, sostenere la ripresa e rafforzare la resilienza, tenendo in considerazione la sostenibilità. La valutazione coprirà il possibile impatto delle garanzie fornite dal governo”.

Di redazioneSparklingRocks