Apple starebbe implementando un team segreto che lavora sui satelliti e la relativa tecnologia wireless (fonte: bloomberg.com)

Come trasmettere i dati

Alcune persone che lavorano presso il produttore di iPhone, che desiderano restare anonime, hanno raccontato che l’azienda si è dotata di circa una dozzina di ingegneri del settore aerospaziale, satellitare e delle industrie di progettazione di antenne, per lavorare allo sviluppo di un progetto con l’obiettivo di fornire dei risultati nei prossimi 5 anni.

Il lavoro sarebbe ancora nelle fasi iniziali e potrebbe essere abbandonato, riferiscono ancora le fonti, anche se il Ceo di Apple, Tim Cook, avrebbe mostrato interesse per il progetto e lo avrebbe indicato prioritario.

Il lavoro di Apple sui satelliti di comunicazione e la tecnologia wireless di prossima generazione permetterebbe di trasmettere i dati al dispositivo di un utente, mitigando potenzialmente la dipendenza dai gestori wireless o collegando i dispositivi senza una rete tradizionale. Apple potrebbe anche esplorare i satelliti per un rilevamento più preciso della posizione dei suoi device, consentendo mappe migliorate e nuove funzionalità.

Non è chiaro se l’azienda di Cupertino intenda perseguire lo sviluppo costoso di una costellazione satellitare stessa, o semplicemente sfruttare apparecchiature a terra che prenderebbero i dati dai satelliti esistenti e li invieranno a dispositivi mobili. Northrop Grumman Corp., Lockheed Martin Corp. e Boeing Co. sono alcuni dei maggiori produttori di satelliti. Una portavoce di Apple ha rifiutato di commentare. Negli ultimi mesi, Apple ha iniziato ad assumere nuovi esperti di software e hardware per il team, alla ricerca di ingegneri con esperienza nella progettazione di componenti per apparecchiature di comunicazione.

La società ha anche assunto ulteriori dirigenti dai settori aerospaziale e wireless. Il team è guidato da Michael Trela ​​e John Fenwick, ex ingegneri aerospaziali che hanno contribuito a guidare la società Skybox Imaging prima di venderla a Google nel 2014. La coppia ha guidato le operazioni satellitari e spaziali di Google fino al 2017. Durante il loro primo anno e mezzo in Apple, Trela ​​e Fenwick hanno esplorato la fattibilità dello sviluppo della tecnologia satellitare e la comprensione del problema che necessita una soluzione e negli ultimi mesi hanno iniziato a intensificare i lavori sul progetto. Lo sforzo ha subito una battuta d’arresto all’inizio di quest’anno quando il suo precedente leader, Greg Duffy, ha lasciato Apple dopo essersi unito nel 2016.

Situazione complicata quella dei satelliti

Amazon.com Inc. prevede di implementare oltre 3.000 satelliti come parte di una futura costellazione. Tuttavia, l’industria di questo genere è piena di fallimenti. Iridium LLC ha presentato domanda di protezione fallimentare nel 1999 e Teledesic ha abbandonato il suo piano “Internet dal cielo” più di un decennio fa. Gli sforzi più recenti di Facebook, SpaceX e Amazon sono molto lontani dalla generazione di entrate e Apple entra raramente in nuove categorie di business, senza un modo chiaro per fare soldi. “Le lezioni di precedenti fallimenti come Iridium, Globalstar e Teledesic sono l’esempio che è davvero difficile trovare un piano aziendale praticabile per progetti di comunicazioni satellitari da miliardi di dollari”, ha affermato Tim Farrar, esperto di satelliti e direttore di TMF.

Conclusione

Il lavoro sulla tecnologia satellitare è uno dei numerosi “progetti speciali” – in corso presso l’azienda. Sotto Cook, Apple ha rapidamente ampliato il suo budget di ricerca e sviluppo, spendendo 16 miliardi di dollari nell’anno fiscale 2019, con un aumento del 14% rispetto all’anno precedente, secondo i documenti dell’azienda. Uno degli obiettivi primari di Apple è portare in casa più tecnologia per i suoi prodotti, che è ciò che il lavoro sui satelliti potrebbe eventualmente consentire.

Di redazioneSparklingRocks