La società di ricerca e consulenza Gartner ha elencato la blockchain come una delle dieci principali tecnologie strategiche per il 2020.

Le blockchain pubbliche sono attualmente troppo immature per l’implementazione aziendale a causa della scarsa scalabilità e interoperabilità, ma si aspetta che la tecnologia superi questi problemi entro il 2023.

Tuttavia, si nota un ruolo attuale per la blockchain aziendale nella trasformazione digitale con “miglioramenti evolutivi e incrementali” in termini di fiducia e trasparenza.

Il rapporto, “Le 10 principali tendenze tecnologiche strategiche per il 2020“, suggerisce almeno che le imprese inizino a valutare le tecnologie di contabilità distribuita (DLT), se non adottarle, citando il potenziale della tecnologia per l’interruzione e la generazione di entrate.

La società di ricerca afferma che la blockchain ha il potenziale per rimodellare le industrie promuovendo la fiducia, fornendo trasparenza e consentendo lo scambio di valore tra le imprese. Altri vantaggi includono una riduzione dei costi di transazione e dei tempi di regolamento e miglioramenti del flusso di cassa.

Uno dei problemi con la blockchain aziendale attualmente è che la maggior parte delle reti sono autorizzate e gestite da un’autorità centrale.

Tuttavia, Gartner vede questa come una fase evolutiva e si aspetta che blockchain autorizzati si integrino con blockchain pubblici in futuro. Un requisito aziendale fondamentale sono le transazioni private che vengono sempre più abilitate sulle blockchain pubbliche. L’integrazione di blockchain private e pubbliche sarà possibile con miglioramenti tecnologici, pur sostenendo i requisiti di appartenenza, governance e modello operativo delle blockchain autorizzate.

Gartner nel suo rapporto ha individuato diversi casi ove applicare la blockchain. Diverse applicazioni sono orientate alla finanza e all’attività bancaria, inclusi pagamenti / liquidazione, finanziamenti, attività commerciali e assicurative. Altri casi d’uso hanno applicazioni più ampie come l’identità e la conoscenza del cliente, l’IoT e le città intelligenti.

L’anno 2023 è considerato un anno importante per la blockchain. Attraversando diverse fasi di sviluppo, Gartner prevede che la tecnologia sbloccherà valore nel 2023. Fino ad allora, l’industria vedrà diversi cambiamenti con progressi tecnologici e molti tentativi ed errori. Sei mesi fa ha stimato che il 90% delle piattaforme blockchain aziendali diventerà obsoleto entro due anni. (fonte: ledgerinsights.com)

Dal Giappone nasce un nuovo Token

In passato è sempre stato difficile quantificare valori, idee e altri beni immateriali detenuti da individui, creando una tendenza verso strutture che avvantaggiano le aziende. Tokenizzando questi valori verrà promosso il libero scambio, la conversione monetaria, le richieste, gli acquisti e molto altro, e tutte le persone saranno realmente in possesso dei propri dati.

Il nuovo token ARCS realizzerà una piattaforma che consente di visualizzare e tokenizzare il valore detenuto dalle persone, così da dare vita ad una società dove tutti possono gestire e possedere la sovranità dei propri dati. IFA CO., LTD. (CEO: Masashi Mizukura) ha sviluppato il token ARCS (ARX) basato sulla tecnologia blockchain. La piattaforma AIre fa uso di ARCS, e tokenizza il valore detenuto dalle persone consentendo scambi, conversione monetaria, richieste, acquisti e molto altro ancora.

Di redazioneSparklingRocks