La finanza decentralizzata è un settore relativamente nuovo che presuppone l’organizzazione di servizi, simili a quelli offerti dalle banche, su infrastrutture che presuppongono l’assenza di gerarchie, come la blockchain o che siano comunque meno centralizzate rispetto al sistema bancario. Parte rilevante di questo tipo di progetti sono gli automatismi che permettono di eseguire le transazioni senza interventi esterni, spesso basandosi sull’enorme forza degli smart contract.

La DeFi – Finanza Decentralizzata – è un nuovo movimento, fortemente basato sul mondo delle criptovalute, che punta ad avere servizi bancari classici senza l’intermediazione del sistema finanziario controllato dalle banche. Le applicazioni nell’ambito DeFi sono già tantissime: dallo scambio di asset digitalizzati, fino allo scambio di token, passando per prestiti ad esecuzione automatica.

I recenti progressi

L’interesse intorno alle applicazioni DeFi è stato guidato prevalentemente dall’avanzamento dei protocolli come Compound, algoritmo autonomo per il calcolo degli interessi sulla DeFi. In contrasto con la finanza tradizionale, i prestiti in DeFi sono comunemente garantiti da una sovra-collateralizzazione, pari a circa il 120% del valore del prestito. Tuttavia, aziende come Aave stanno attualmente lavorando per consentire prestiti non garantiti, in modo simile alla finanza tradizionale.

Un ulteriore confronto è possibile con il modello di business delle banche d’investimento, che offrono tipicamente servizi di consulenza su operazioni finanziarie e l’emissione di prodotti d’investimento complessi.

I protocolli DeFi stanno già offrendo prodotti simili: si pensi, ad esempio, a Synthetix, protocollo di emissione di derivati, che permette la creazione decentralizzata e la negoziazione di derivati su beni come azioni, valute e materie prime. Anche la gestione decentralizzata degli asset per le criptovalute si sta evolvendo. Yearn Finance, per esempio, è un protocollo autonomo, che cerca i migliori rendimenti nello spazio DeFi e investe automaticamente per i suoi utenti. (fonte: www.wallstreetitalia.com).

Ad oggi già più di 100 miliardi di dollari di asset circolano in DeFi.

Di redazioneSparklingRocks