L’Estonia è considerata la regione più digitalizzata e innovativa al mondo. Prima, facciamo un piccolo passo indietro, dove si trova? E’ uno Stato dell’Europa settentrionale, affacciato sul Mar Baltico e sul Golfo di Finlandia. Confina a Est con la Russia, a Sud con la Lettonia, mentre dagli altri lati è bagnata dal mare.

Nella parte settentrionale è pianeggiante, mentre diventa più collinare, con boschi e praterie nella zona orientale e meridionale. La popolazione è costituita da Estoni (68,6%), etnicamente e linguisticamente appartenenti a una frazione dei Finni baltici, Russi (25,7%), Ucraini (2,1%) e Bielorussi (1,2%).

Oggi ci vivono circa 1,3 milioni di persone e tutto o quasi è possibile fare attraverso il proprio computer. Mentre il resto d’Europa si interroga su GDPR, etica dell’intelligenza artificiale, cyber security e terrore che i robot sostituiscano l’elemento umano o l’uomo stesso, in Estonia un cittadino è chiamato a presentarsi di persona dinanzi alle autorità del suo Paese in sole tre circostanze: al momento del matrimonio; quando si divorzia; o quando si acquista una casa.

Semplificazione Stato cittadino

Un cittadino italiano ha bisogno di un appuntamento per fare la carta d’identità, un altro appuntamento per fare il passaporto, un altro appuntamento per la patente, in Estonia il rapporto con lo Stato si è semplificato: la carta d’identità estone è al tempo stesso documento per l’espatrio, patente di guida, carta di debito, tessera sanitaria, abbonamento ferroviario, e molto altro ancora. Il diciassettesimo Stato a entrare in Europa è primo per libertà di internet, primo per start up pro capite secondo l’Index Venture: sono 550 in totale, 42 ogni 100mila abitanti (in Europa la media è di 5 ogni 100mila persone).

Il governo in modo “agile” investe denaro, coinvolge cervelli e università , si prova, se va male si chiude, si cambia progetto fino a raggiungere il risultato.

Per il 2019 lo Stato sta completando lo sviluppo di un giudice robot guidato dall’Intelligenza Artificiale in grado di emettere sentenze per sfoltire i tribunali per i contenziosi sotto i 7mila euro. L’idea è che le parti in causa carichino online la documentazione e altre informazioni pertinenti, sulla base delle quali un’Intelligenza Artificiale formulerà una sentenza che potrà essere impugnata da un giudice umano.

Di redazioneSparklingRocks