Terminata la meritata pausa estiva, cerchiamo di capire lo stato del Fintech nel nostro paese.

Secondo una recente ricerca di ItaliaFintech, l’associazione nazionale delle realtà operanti nel segmento del Finance Technology sul territorio italiano, nel primo trimestre 2021 i valori dei finanziamenti ottenuti, e quindi richiesti, dalle PMI del Bel Paese sono triplicati rispetto a quelli rilevati nell’anno precedente, passando da 230 milioni di euro a 637 milioni di euro, e allo stesso modo anche il numero delle aziende che hanno usufruito di questi strumenti finanziari sono aumentate di tre volte tanto tra il 2020 e il 2021.

E’ possibile raccontare che dopo le diverse ondate del Covid-19 il modello di impiego dei finanziamenti si è modificato.  Oltre alla liquidità si punta anche su risorse materiali e immateriali come la digitalizzazione e le nuove risorse.

Anche in Italia, il Fintech sta crescendo e si sta evolvendo trasformandosi in uno strumento fondamentale per la ripresa delle aziende e dell’economia.

In una interessante intervista rilasciata al sito bimag.it, la direttrice generale di ItaliaFintech, Camilla Cionini Visani descrive lo stato del fintech in Italia: “Sicuramente, è un settore in crescita che sta sempre più prendendo piede e maggiore consapevolezza, sia nei consumatori, sia nelle aziende. Quindi, le società si rendono sempre più conto che è un canale da testare che in futuro vedrà anche l’interesse, probabilmente, di grandi corporate o addirittura proprio di gruppi bancari che potrebbero vedere in questo ambiente l’opportunità di snellire, semplificare e flessibilizzare i processi articolati che ancora oggi queste realtà tradizionali hanno nei propri flussi operativi. Oltre a ciò, in questo momento è molto importante il supporto istituzionale. Sicuramente, avere un ministero dedicato alla digitalizzazione è una buona notizia, come anche la creazione del fintech hub da parte di Banca d’Italia per rendere questo settore sempre più importante anche per il nostro Paese. Sono tutti aspetti importanti, perché il Fintech  deve crescere sia per il settore di per sé, al fine di valorizzare tutti i talenti e le competenze elevate presenti al suo interno, sia per portare innovazione al mondo finanziario in generale e ai nuovi strumenti per la ripresa delle PMI.
Ora è il momento di accelerare”.

Appuntamento da non perdere

Milan Fintech Summit, l’evento dedicato all’innovazione dei servizi finanziari a 360 gradi, previsto il 4 e 5 ottobre 2021 e organizzato da Business International –  Fiera Milano Media e Fintech District.

Di redazioneSparklingRocks