Il mondo Fintech apre le porte a startup ambiziose che in precedenza non avevano avuto la possibilità di entrare nel “giro” che conta.  Queste nuove e grintose società stanno ora promuovendo l’alfabetizzazione finanziaria e raggiungendo gruppi precedentemente sottoserviti con servizi bancari al dettaglio e servizi di investimento nuovi di zecca.Alla fine del 2019 emergeranno molti cambiamenti.

Il sito dataeconomy.com mette in evidenza alcune tendenze fintech da considerare:

1. Il Fintech rimodella la finanza Secondo uno studio sviluppato dalla Maryville University, l’82 per cento dei dirigenti intervistati nel settore finanziario considera la fintech una seria minaccia competitiva. Nel settore bancario, le innovazioni fintech come il mobile e il virtual banking stanno livellando il campo di gioco e nel settore assicurativo sta emergendo una nuova infrastruttura di assicurazione online.I consumatori sono alla ricerca di sempre maggiori soluzioni innovative e i leader finanziari dovrebbero essere sempre al passo e capire le esigenze.

2. I consumatori hanno bisogno di tecnologia

Secondo dati esportati da Ernst & Young i consumatori sono affamati di prodotti emergenti legati al mondo fintech. E Questo desiderio è particolarmente vero per le popolazioni precedentemente sottoservite come Cina e l’India. Inoltre, afferma E & Y, l’emergente rivoluzione fintech sta portando alla condivisione delle informazioni e allo sviluppo di API (Application Program Interfaces) open source e alle recenti scoperte tecnologiche nell’intelligenza artificiale (AI) e nella biometria.Per le nuove aziende fintech, le API open-source semplificano il lancio di nuovi prodotti e servizi e riducono i costi abitualmente utilizzati per la ricerca e lo sviluppo. I prodotti fintech diventeranno presto una norma sociale.

3. I grandi player si avvicinano al fintech Grandi aziende come J.P. Morgan Chase e Goldman Sachs hanno scelto di andare con la marea fintech. Stanno investendo molto in fintech per mantenere le posizioni di mercato da lungo tempo detenute. Goldman Sachs è uno dei principali attori internazionali che scommettono su fintech. Inizialmente, aziende fintech audaci hanno interrotto le operazioni di questo e di altri attori principali. Ora, la società di consulenza globale si è alleata con colleghi come J.P. Morgan Chase per investire nell’industria della fintech.
Goldman Sachs ha investito in fintech nell’ultima metà del decennio, diffondendo la propria influenza in una vasta gamma di settori. I big data sono uno di questi. Ad esempio, ha collaborato con Dataminr, che ha raccolto $ 700 milioni nel suo ultimo round di raccolta fondi. La società finanziaria ha inoltre stretto una partnership con la nuova arrivata Kensho Technologies – un’impresa di ingegneria dei dati finanziari – e la società di analisi dei dati Context Relevant.

4. FinTech Is Disrupting the Status Quo Un recente sondaggio rivela che il 41 per cento dei professionisti delle risorse e della gestione patrimoniale lavora con imprese fintech. Il 60% degli intervistati nello stesso sondaggio ha dichiarato che è probabile che migrino il proprio flusso di lavoro ai fornitori di fintech. Per questo motivo, molti professionisti in questo campo stanno sperimentando soluzioni per ottimizzare l’efficienza e l’analisi delle informazioni. Nel settore bancario, c’è un sentimento simile tra i dirigenti. L’80% crede che il settore della fintech interromperà la propria industria nel corso del prossimo decennio e il 63% vedrà il fintech come un’opportunità per migliorare il settore finanziario tradizionale.

Di redazioneSparklingRocks