Spinti dalla noia da quarantena, molti tra i 20 e i 30 anni si sono rivolti ai mercati azionari durante la pandemia. Per alcuni è un passatempo, mentre per altri è un modo per ottenere una scarica di adrenalina nei mercati volatili, oltre a fare guadagni extra per seguire i propri sogni.

I millennial sono cresciuti quando la tecnologia era ancora in fase di sviluppo e l’hanno adottata come parte della loro vita. Sono più aperti alla tecnologia che gioca un ruolo importante nel loro viaggio finanziario. Oltre il 90% del flusso di vendita al dettaglio nei mercati dei capitali indiani, ad esempio proviene da applicazioni mobili.

La tecnologia facilita gli investimenti

Tutte queste esperienze digitali stanno mettendo i millennial come responsabili delle loro finanze all’inizio della loro vita. Possono gestire la loro ricchezza (fondi comuni o fondi negoziati in borsa), prendere chiamate a medio e lungo termine (azioni) o negoziare a breve termine con azioni e derivati. Solitamente non leggono riviste finanziarie, rapporti di ricerca o bilanci aziendali, ma cercano di “catturare” il sentimento di un titolo sui social media o tramite qualche influencer di YouTube.

Il numero di nuovi giovani investitori è cresciuto notevolmente in tutto il mondo, compresa l’India. Di conseguenza, le società di brokeraggio discount sono esplose nel periodo di pandemia. I millennial si rivolgono anche ai robo-advisor, per suggerimenti sull’allocazione del portafoglio, piuttosto che parlare con un consulente. Tali robo advisor offrono investimenti basati su obiettivi, ripristini automatici del portafoglio e allineamenti basati sulla propensione al rischio degli utenti e sui rendimenti target.

Quali sono gli asset preferiti dai millennials?

In generale, i millennials amano più di tutto le azioni delle società quotate nel mercato borsistico.
Secondo lo studio condotto da Ameritrade, le 10 azioni più tradate dai millennials fanno parte del settore tecnologico sono:

  • Apple
  • Netflix
  • Facebook
  • Disney
  • Twitter
  • Amazon

Inoltre, secondo Ameritrade, gli investimenti in asset in EFT sono cresciuti del 43% dal 2013 e oggi raggiungono i 2.300 miliardi di dollari. Non solo, per gli esperti del settore il capitale investito è destinato ancora ad aumentare.

Per rispondere alla crescente domanda, la società Global X Funds ha lanciato a maggio dello scorso anno, un nuovo indice, pensato apposta per questa generazione, ovvero il Global X Millennials Thematic (NASDAQ: MILN). Con lo scopo di attrarre i più giovani, perché nel paniere di questo indice sono presenti le società per azioni più popolari tra i Millennials.

Di redazioneSparklingRocks