Oltre oceano il 54% delle abitazioni sono “intelligenti”

I ricercatori di Strategy Analytics sostengono che negli Usa nel 54% delle case  vi sia almeno un dispositivo intelligente, sia esso un altoparlante, un termostato o un sistema di sicurezza. La percentuale si basa su un sondaggio condotto su oltre 2.600 statunitensi, da cui emerge che i dispositivi smart sono scelti principalmente perché facili da usare e utili, e perché fanno sentire più al sicuro. Forse gli americani si sono dimenticati che tutti questi dispositivi raccolgono innumerevoli informazioni e conoscono tutto di noi. Ma questo è un dettaglio che il tempo ha fatto dimenticare.

Secondo l’analista Bill Ablondi: “Il fatto che la maggior parte delle persone abbia acquistato un dispositivo smart, dimostra che non si può tornare indietro: la casa intelligente è diventata la casa normale”. E i principali big dell’hitech, hanno di recente unito le forze per creare uno standard tecnologico comune.

Cosa succede in Europa?

Il sondaggio è stato condotto anche in tre Paesi Europei. Nel Regno Unito i dispositivi intelligenti sono nella metà delle case, una cifra che scende al 40% in Germania e al 38% in Francia.

Il prodotto smart più presente nelle abitazioni è lo smart speaker. Stando ai ricercatori di Strategy Analytics, a fine 2019 gli altoparlanti erano presenti in 260 milioni di case. In Italia, secondo l’ultima Global Mobile Consumer Survey di Deloitte, le famiglie che hanno uno smart speaker sono il 12%.

Come rendere la propria casa subito smart

Al Consumer Electronic Show di Las Vegas era presente anche l’italiana Finder che ha presentato  YESLY e Bliss, due innovativi sistemi capaci di rendere una casa smart, in pochi semplici passi attraverso la tecnologia Bluetooth.

YESLY è un sistema che permette di automatizzare il funzionamento di luci e tapparelle/tende elettriche e di comandare il tutto tramite smartphone o appositi pulsanti wireless oppure attraverso la propria voce (si integra infatti con gli assistenti vocali di Google e Amazon, che rendono possibile anche il controllo da remoto).

Bliss è, invece, la gamma per la termoregolazione civile di Finder, composta da un termostato e un cronotermostato wifi, dal design minimal e dall’utilizzo intuitivo, per avere il clima desiderato in tutti gli ambienti di casa, in ogni momento della giornata.

BTicino porta al CES 2020 soluzioni integrate per una  Smart Home

Tra i prodotti da segnalare: i comandi digitali Living Now, tra i quali spicca il comando vocale che integra Amazon Alexa nella propria struttura permettendo di attivare, con la voce, tutte le funzioni connesse incluse luci, tapparelle e energia, premiato proprio con il CES Innovation Award nel 2019 e il nuovo termostato intelligente Smarther with Netatmo che  tramite l’app Home + Control, la stessa di Living Now, permette di controllare e programmare la temperatura di casa ovunque e in qualsiasi momento, ottimizzando i consumi e garantendo il massimo comfort.

Di redazioneSparklingRocks