Dalla collaborazione con il Politecnico di Milano, nascono a Milano nel quartiere Bovisa le Officine Edison: un nuovo polo per l’innovazione. La costruzione del futuro nasce dall’impiego di energia sostenibile fino alla realizzazione di veicoli alternativi come i monopattini elettrici. Nel mezzo tanta ricerca e sperimentazione.

Lo spazio, cinquecento metri quadrati per trenta addetti, è stato inaugurato all’interno del PoliHub, l’incubatore di start up dell’ateneo milanese, con cui Edison ha avviato uno scambio proficuo di risorse e talenti.
Sei le idee già in fase di sviluppo, alla quali si aggiunge uno nuovo progetto di micro-mobilità per realizzare monopattini elettrici ‘smart’ con maggiori standard di sicurezza, che saranno testati nel quartiere Bovisa. Gli altri progetti riguardano le applicazioni dell’intelligenza artificiale alle energie rinnovabili e al gas, ai servizi al cliente e all’ottimizzazione delle risorse energetiche per la produzione industriale. Presente anche il laboratorio ‘Domus’, che simula una casa reale per studiare e provare i sistemi di Internet of Thing.

A tale proposito parliamo di nuove forme di IoT come la tecnologia IFTTT

I dispositivi e gli elettrodomestici intelligenti che ci circondano non sono normalmente in grado di comunicare con i servizi web gratuiti (Gmail, Calendar, Twitter, Flickr, ecc.) che utilizziamo normalmente. La tecnologia IFTTT (IF This Then That, ossia Se capita questo allora fai quello) permette di risolvere il problema in modo semplice ed efficiente grazie a semplici ‘ricette’ (o applet).

Per esempio, un applet potrebbe essere “Se la porta di casa viene aperta dopo le 22, accendere la luce in soggiorno”, oppure “Se è prevista un’interruzione di corrente giovedì 15 novembre dalle 16 alle 18, non accendere la lavatrice fra le 15 e le 18”, e così via. Il sistema IFTTT, a cui ci si può registrare gratuitamente, ricorderà le nostre istruzioni e gestirà i nostri dispositivi, elettrodomestici e servizi web di conseguenza.

Il servizio IFTTT è disponibile anche su iOS e Android. Grazie a una piattaforma gratuita, accessibile sul sito IFTTT, ciascuno di noi può creare nuove applet basate su Facebook, Twitter, Dropbox, Evernote, Nest, Fitbit, Amazon Alexa, Gmail, oppure utilizzare gratuitamente milioni di applet già disponibili.

Le due parti di ogni ricetta (condizioni e azioni) possono naturalmente essere multiple. Per esempio, possiamo decidere di aprire automaticamente la porta di casa solo se (condizioni) piove, arriviamo dopo le 20 e in casa non c’è nessuno. Oppure, in caso di pioggia possiamo (azioni) accendere la luce sulle scale, chiudere la finestra della cucina e richiamare sullo smartphone le previsioni del tempo.

I servizi IFTTT sono innumerevoli e crescono continuamente, il limite è solo la fantasia. (fonte: elettricomagazine).

Appuntamenti da non perdere

Smart Cities

Pisa – Dal 18 al 20 settembre, al centro congressi “Le Benedettine” a Pisa, si svolgerà la conferenza Italian Conference on ICT for Smart Cities and Communities” (i-Cities) del Laboratorio Nazionale su Smart Cities del CINI – Consorzio Interuniversitario Nazionale per l’Informatica, organizzata in collaborazione con i Dipartimenti di Informatica e Ingegneria dell’Informazione dell’Università di Pisa.

Il laboratorio Smart Cities, nato proprio a Pisa nel 2015, conta su una struttura a rete costituita da 32 nodi con sede presso altrettante università italiane per un totale di circa 350 ricercatori coinvolti, ed è un vero e proprio centro nazionale di competenza sulle tecnologie ICT per le città digitali, per sviluppare progetti, soluzioni e servizi innovativi in grado di migliorare la qualità della vita dei cittadini.

Mobilità elettrica

Tutto pronto per la seconda edizione di That’s Mobility 2019 – il 25 e 26 settembre 2018 presso MiCo Milano Congressi – l’evento organizzato da Reed Exhibitions Italia in partnership con l’Energy & Strategy Group del Politecnico di Milano che promuove lo sviluppo della filiera industriale e l’efficientamento energetico per supportare il cambio di paradigma del mondo automotive.

Segnaliamo una nota sul mercato dell’auto italiano

La tendenza rispetto all’anno precedente conferma una discesa vertiginosa dei modelli diesel, un + 45% della auto a benzina e un +181% di vendite delle vetture solo elettriche. Anche se il loro peso resta molto basso, appena lo 0,6% del mercato globale; ma va anche detto che era 0,2% fino a poco tempo fa, quindi seppur lentamente qualcosa si sta muovendo anche su questo versante.

Di redazioneSparklingRocks