Chiediamo venia per il “gioco” di parole, ma la realtà è che il settore e l’industri videoludica sono in forte espansione con guadagni vertiginosi.

Nell’anno 2019, ancora libero da virus l’intera industria dell’intrattenimento digitale ha generato denaro per 120,1 miliardi di dollari (corrispondenti, al tasso di cambio attuale, a circa 110,18 miliardi di euro), una cifra che supera i guadagni delle industrie cinematografiche e musicali messe assieme.

Il sito di ecommerce MusicMagpie utilizzando i dati di bilancio e altre fonti pubbliche dei principali produttori di software, ha realizzato un tool che permette a tutti di vedere quanti soldi hanno guadagnato i videogiochi più utilizzati in giro per il mondo nel 2019 grazie alla vendita di copie, alle microtransazioni, agli acquisti in game o agli abbonamenti.

Al primo posto nella classifica della “riccanza” troviamo Fortnite, il battle royale più famoso al mondo che arriva a incassare oltre tremila euro al minuto grazie a una community di milioni di giocatori che ogni giorno si sfida all’ultimo proiettile per conquistare le mappe.

La classifica dei primi dieci videogiochi con i maggiori incassi al minuto:

  1. Fortnite Battaglia Reale – 3.151 euro
  2. Dungeon Fighter Online – 2.800 euro
  3. League of Legends – 2.625 euro
  4. Crossfire – 2.450 euro
  5. Anthem – 2.100 euro
  6. FIFA 19 – 1.375 euro
  7. Call of Duty: Modern Warfare – 1.128 euro
  8. Overwatch – 1.043 euro
  9. Grand Theft Auto V – 1.041 euro
  10. Apex Legends – 929 euro

First Playable Fund: decreti e videogiochi

Si chiama First Playable Fund, il fondo per lo sviluppo di videogiochi, una iniziativa senza precedenti maturata nel contesto Covid-19, per il sostegno economico e sociale. Il FPF è stato incluso nel Decreto Rilancio, pubblicato in Gazzetta Ufficiale il 19 maggio e prevede lo stanziamento di 4 milioni di euro per il 2020, fondo dedicato esclusivamente alla realizzazione di prototipi di videogiochi e quindi alla fase di pre-produzione iniziale.

Cosa si intende per prototipo.

Il prototipo di un videogioco rappresenta la prima versione giocabile dell’opera ed è lo strumento attraverso il quale gli sviluppatori presentano il loro progetto di sviluppo a editori e investitori per ottenere finanziamenti necessari per la successiva produzione del prodotto finale e per la sua distribuzione sul mercato internazionale. La realizzazione del prototipo, che di solito coincide con le fasi di concezione e pre-produzione, richiede un investimento rilevante in termini di risorse da parte delle imprese e solitamente avviene in regime di autofinanziamento da parte delle imprese stesse, senza poter contare su apporti finanziari di editori e investitori, che possono intervenire nelle successive fasi della produzione. (fonte: ilsole24ore.com)

Di redazioneSparklingRocks