Era il mese di maggio quando un solo cinguettio del patron di tesla creava il panico nei mercati di tutto il mondo. Il prezzo delle azioni, diceva è troppo alto.

Tuttavia, due mesi dopo, Tesla aveva superato la Toyota e Volkswagen  come casa automobilistica più preziosa del mondo in un notevole rally in cui il suo valore di mercato è cresciuto enormemente.

Grazie, infatti a un rialzo di oltre 260 punti percentuali, il valore della casa automobilistica di Elon Musk al momento si attesta in quota 280 miliardi di dollari.

La performance di Tesla è tanto più sbalorditiva se confrontata con quella messa a segno da due giganti del calibro di Toyota e Volkswagen che, causa pandemia e l’appartenenza ad uno dei settori chiamato ad affrontare più sfide nei prossimi anni, nel 2020 hanno rispettivamente registrato un calo dell’11,7 e del 12,3 per cento.

Per dare qualche numero se la casa tedesca nel 2019 ha venduto qualcosa come 11 milioni di auto, oggi capitalizza poco meno di 75 miliardi. Mentre nel Sol levante Toyota che di auto nel 2019 ne ha vendute 10,7 milioni, in borsa vale circa 175 miliardi di dollari. Insieme quindi, “Germania” e “Giappone” in borsa valgono circa 30 miliardi in meno rispetto alla società californiana fondata da Elon Musk (che nel 2019 ha venduto solo 367.500 auto).

Questo tipo di risultato scatena naturalmente e immediatamente l’idea della bolla , tuttavia La valutazione della società è oltre 60 volte le aspettative medie degli analisti per gli utili core nel 2020. Questo multiplo implica che Tesla non solo diventerà redditizia, ma diventerà la casa automobilistica dominante nel mondo. Recentemente Ark Invest ha detto di attendersi che il titolo dell’impresa californiana salirà a quota 4000 dollari nell’arco di 5 anni, quasi tre volte la valutazione attuale.

Molti non pensano che durerà.

Di redazioneSparklingRocks