Nel 2020, un nemico invisibile ha sconquassato le vite di tutti, modificando in modo permanente le abitudini. Nel 2021 abbiamo cercato faticosamente di ritornare alla “normalità”, operazione purtroppo ancora non riuscita. Il 2022, secondo i tanti esperti che popolano ogni settore, sarà l’anno delle opportunità.

La pandemia può essere considerata come un significativo stress test che ha impattato tutti i settori dell’economia, determinando effetti differenti in base al contesto. Il Covid-19 ci ha fatto vedere e tastare con mano, in maniera concreta, quali possono essere le implicazioni devastanti di una natura che si ribella a noi”. Con queste parole, Giovanni Sandri di BlackRock Italia.

Certo non è facile individuare i trend finanziari che caratterizzeranno l’anno che sta per iniziare, ma ci si può provare.

Il 2022 sarà l’anno in cui vedremo nella sua pienezza l’open banking e l’open finance, con una maggiore consapevolezza e comprensione da parte di tutti gli attori coinvolti, tra banche, istituti finanziari, clienti e aziende”, ha spiegato Cionini Visani . A rafforzarsi sarà anche la cosiddetta embedded finance, ossia la finanza che va all’interno dei brand, con strumenti finanziari e bancari proposti all’interno delle piattaforme aziendali. “Inoltre continuerà a crescere pure l’alternative lending, che comprende tutte quelle modalità di finanziare imprese e privati in modo alternativo, con meccanismi di crowdfunding o peer to peer lending”, ha concluso, Camilla Cionini Visani di ItaliaFintech (fonte: wired.it)

Catawiki 2022 Trends Report, i 7 trend che domineranno il 2022

Nostalgia degli anni ‘90
Il potere d’acquisto dei millennials sta crescendo, così come la ricerca degli oggetti di culto che hanno definito la loro gioventù. Le tendenze della moda ispirate al grunge, i memorabilia della cultura pop sono oggi all’apice della popolarità e, per questo, gli esperti indicano nella “nostalgia per gli anni ’90” una tendenza chiave, soprattutto nel settore del lusso, con l’84% degli interpellati che la colloca tra i primi 3 driver culturali in molteplici settori. Lo stile della moda anni ‘70 oggi è stato sostituito dalle icone degli anni ‘90 come il “punk” di Jean Paul Gaultier o lo stile inconfondibile di Gianni Versace. Non mancheranno poi richieste per oggetti iconici come i pattini a rotelle o il Nintendo Game Boy o gli oggetti da arredamento kitsch e stravaganti come le lampade lava e le luci al neon.

L’Artigianato come sinonimo di qualità e unicità
La riscoperta dell’artigianato è una risposta consapevole alla produzione su scala industriale e alla “cultura della convenienza” guidata dai grandi marketplace o dai giganti della moda e del design. Il 67% dei degli esperti intervistati ha confermato una crescente attenzione per tutto ciò che celebra la creatività umana e l’artigianato in diversi ambiti come la moda, il design o il cibo in risposta al “fast fashion”, al “fast food” e al “fast furniture”. Tra gli oggetti più ricercati, solo per fare qualche esempio, ci saranno le fotocamere analogiche, con particolare attenzione a quelle del 19° secolo, i primi orologi da polso nati negli anni 20 e 30 e, nell’arte, i dipinti, le stampe e le incisioni giapponesi su legno.

Il valore senza tempo dei grandi Classici
Il 76% degli esperti concorda sul fatto che il loro valore aumenterà più velocemente rispetto ad altri oggetti. Borse iconiche come una Birkin, una Kelly o una Costance di Hermes, o una Flap di Chanel sono e saranno un investimento più profittevole dell’oro. Stesso discorso per gli oggetti di arredamento degli anni 20: dal Bahuaus a Lecorbusier, il design retrò è un must have che si inserisce perfettamente negli ambienti e nelle architetture moderne.

Il legame con la Terra e la Natura

Il desiderio di una generale riconnessione al pianeta terra emerge attraverso un’attenzione particolare a tutto ciò che è naturale. Tra collezionisti e antiquari, toccando diversi settori e categorie, il panel di esperti ha notato un ritorno alla riscoperta del legno, della ceramica e dei tessuti. Quella della ricerca di fossili, ad esempio, è una tendenza in continua crescita che ha toccato anche personaggi noti come Kate Winslet: sempre più persone oggi vogliono un pezzo di “storia naturale” nelle proprie case. Nel settore del food questa tendenza si dimostra con la ricerca di vini naturali e organici, una costante che va di pari passo alla consapevolezza ambientale.

La riscoperta del Patrimonio Culturale
In un percorso che va di pari passo con i temi discussi nella società, secondo gli esperti torneranno di moda quegli oggetti speciali in grado di celebrare sia l’identità che il patrimonio culturale. Secondo il 76% degli intervistati la ricerca di oggetti nel prossimo anno avrà sempre più come denominatore comune quello di sottolineare le origini, celebrare la storia e portare un messaggio sociale.

Il potere di dare Nuova vita agli oggetti
La ricerca dell’originalità sta portando sempre più persone a reinventare oggetti per posizionarli e/o utilizzarli in contesti completamente nuovi. Secondo il 61% degli esperti quello di dare nuova vita al vecchio è una tendenza chiave per il 2022, per cui ci sarà un aumento di tessuti riciclati e articoli vintage, in una sorta di moto di ribellione verso il consumismo. Esempi di questo trend sono gli oggetti che, nel corso del tempo, trovano un’altra collocazione rispetto al loro utilizzo iniziale: vecchi motori di auto, tavoli di bistrò o vecchie insegne, troveranno sempre più spazio nelle case o negli uffici moderni. Sulla stessa lunghezza d’onda si trovano le vecchie auto trasformate in mezzi elettrici.

Brio e Fantasia
Dopo mesi di lockdown, le persone oggi stanno cercando di riaccendere il loro lato giocoso. Che si tratti di colori audaci, di motivi vivaci o di design appariscente, torneranno in auge tutti quegli oggetti fuori dal comune: i tessuti a fantasia con disegni floreali, animalier e le stampe Missoni, ad esempio, saranno quelli più richiesti. Torneranno poi i gioielli “tuttifrutti”, con pietre dai colori sgargianti, sia in resina/vetro sia quelli con smeraldi, rubini, zaffiri e diamanti. Nel 2022 inoltre torneranno anche gli orologi “esuberanti” e colorati, in grado di trasmettere una ricerca di creatività.

Di redazioneSparklingRocks